UA-74246219-1

Santa Messa per la Giornata Aido presieduta da Monsignor Corbellini

Monsignor Corbellini mentre si veste in sagrestia.

Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Corbellini mentre si veste in sagrestia e si prepara alla celebrazione della Messa per la Giornata provinciale Aido.

Monsignor Corbellini seduto a fianco di don Mauro. Attorno a loro i labari dei gruppi Aido della nostra provincia.

Monsignor Corbellini seduto a fianco del nostro parroco don Mauro Tramelli. Attorno a loro i labari dei gruppi Aido della nostra provincia.

Nella mattinata di ieri, domenica 6 marzo, si è tenuta a Pontenure l'annuale Giornata dei donatori organizzata dalla Sezione Aido (Associazione Italiana Donatori Organi) della nostra provincia. Al fianco dei membri del Gruppo Aido "Ettore Zanatti" di Pontenure, erano presenti il presidente provinciale dell'Aido, Luigi Baldini, i delegati dei vari gruppi Aido della provincia di Piacenza con i rispettivi labari e numerosi iscritti all'associazione. che come tutti gli anni si sono radunati per assistere insieme celebrazione della Santa Messa in memoria dei donatori scomparsi nel corso dello scorso anno. Erano ovviamente presenti in Chiesa anche le autorità civili e militari comunali, nelle persone del sindaco Manola Gruppi e del comandante della stazione dei Carabinieri, e i rappresentanti di tutte le altre associazioni di volontariato operanti nel nostro comune.

La solenne cerimonia, concelebrata dal nostro parroco don Mauro, è stata presieduta da Sua Eccellenza monsignor Giorgio Corbellini, vescovo titolare di Abula. Nativo di Travo, monsignor Corbellini è stato ordinato vescovo il 12 settembre 2009 nella basilica vaticana da Papa Benedetto XVI, e ricopre attualmente la carica di presidente dell'Ufficio del Lavoro e presidente della Commissione Disciplinare della Curia Romana. Dopo aver ringraziato la comunità parrocchiale e tutti coloro che hanno contribuito al buon svolgimento della cerimonia, monsignor Corbellini nel corso dell'omelia si è soffermato sul Vangelo odierno, dedicato alla parabola del Figliol Prodigo, invitando tutti i fedeli presenti a coltivare con dedizione i doni ricevuti dal Signore e non a sprecarli, come fece invece il figlio minore che sperperò la sua parte di eredità. Commentando poi quest'anno giubilare dedicato per volere di Papa Francesco alla Misericordia, il presule piacentino ha rivolto a tutti l'invito ad essere misericordiosi con il nostro prossimo così come il Signore lo è sempre nei nostri confronti, soffermandosi in particolare sulla "grande lezione di generosità che ci viene dall'Aido, che interpreta l'invito evangelico a condividere con gli altri il bene donatoci da Dio".

È stata una celebrazione molto vissuta e animata da un'assemblea veramente varia, dai vivaci bambini del catechismo di terza elementare che quest'anno faranno la Prima Confessione fino ai ragazzi che si stanno preparando alla Cresima, magistralmente accompagnata dai canti del coro "La Torre". Al termine della cerimonia, il gruppo Aido di Pontenure, che festeggia quest'anno il trentesimo anniversario della fondazione, ha celebrato il passaggio d'onore della presidenza dalla signora Laura Pelasgi al nuovo presidente signor Andrea Castignoli, mentre il presidente della sezione provinciale Baldini ha consegnato le targhe di riconoscimento ai familiari dei 41 donatori di organi piacentini scomparsi nel corso del 2015.

È stata una celebrazione sentita per il messaggio lasciato nei cuori dei presenti: la vita è un dono perché non lasciarlo ad altri quando il nostro progetto in questa vita terrena è concluso.


Alcune significative immagini della cerimonia: 

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1