UA-74246219-1

I quattro giorni della festa di San Pietro 2016

Il nostro paese festeggia il suo patrono

20160704_155532

La statua del patrono del nostro paese San Pietro Apostolo esposta alla venerazione dei fedeli.

Si sono aperti martedì 28 giugno, con la grande festa del Grest, i quattro giorni di festeggiamenti organizzati dalla nostra parrocchia per celebrare la memoria del santo patrono del nostro paese, San Pietro Apostolo. Il primo appuntamento è stato per l’appunto la bella festa che ha avuto per protagonisti tutti i bambini e i ragazzi che nel corso dei mesi di giugno e di luglio hanno frequentato il Centro Estivo organizzato dal nostro oratorio in collaborazione con il Comune di Pontenure.

 

La serata ha avuto inizio al campo sportivo dove, intorno alle 19.30, hanno aperto gli stand gastronomici che fino a tarda ora hanno preparato una gustosa cena a base di tortelli e nidi di rondine, panini, patatine fritte e ovviamente spiedini. Alla cena è seguito il sempre emozionante e coinvolgente spettacolo teatrale di “fine” Grest, intitolato quest’anno “Hobbit – In te c’è di più”, messo in scena al teatro OMI e preparato dal Cisco e da tutti gli educatori. I bambini delle varie classi e dei vari laboratori artistici (danza, teatro e canto) si sono esibiti non senza un po’ di emozione davanti a genitori, parenti e amici e hanno portato in scena una piccola recita, balli e canzoni preparati con l’aiuto degli educatori, mostrando così a tutti i frutti del loro impegno quotidiano durante le giornate trascorse al Grest. Particolarmente apprezzato dal pubblico è stato lo spettacolo teatrale ispirato alle pagine de “Lo Hobbit” di Tolkien, un grande classico della letteratura fantasy, che ha avuto come interpreti i piccoli attori del laboratorio di teatro. Grazie allo spettacolo i genitori e i nonni hanno potuto ripercorrere alcune delle più interessanti tappe del viaggio vissuto dai loro bambini in compagnia del piccolo e avventuroso hobbit Bilbo e dei suoi coraggiosi compagni.

I bimbi e i ragazzi del Grest sono stati grandi protagonisti anche il giorno successivo, mercoledì 29 giugno, giornata in cui cade la memoria liturgica dei santi apostoli Pietro e Paolo, perché hanno contribuito ad animare con i loro canti e la loro gioiosa presenza la santa messa serale, presieduta da don Mauro e concelebrata da don Josuè e da don Luigi Strazzoni, con la quale è stato celebrato San Pietro, il Principe degli Apostoli, patrono del nostro paese. Alla solenne funzione ha fatto seguito lo spettacolo teatrale messo in scena dai bravissimi attori della compagnia filodrammatica “I amis ad Pontnur”. Il teatro OMI è tornato a riempirsi ancora una volta di un folto pubblico di appassionati decisi a passare qualche ora in allegria e spensieratezza assistendo alla rappresentazione dei quattro sketch in dialetto di “Gint ad Paes”, la breve rappresentazione scritta e diretta da Renzo Merli.

Grande protagonista della serata successiva è stata la musica dal vivo: il complesso musicale degli “iDoll” si è esibito sul palco allestito in piazza, preparando e scaldando il pubblico in vista dell’atteso momento dell’estrazione dei numeri vincenti della lotteria parrocchiale, che aveva in palio tanti ricchi premi, tra cui un prosciutto crudo e un box vacanza per due persone. Venerdì sera, invece, a degna conclusione di questi quattro giorni di festa che hanno animato come non mai la piazza e l’Oratorio, vi è stata un’altra serata in piazza Re Amato, questa volta allietata dalle ottime pizze sfornate dalla pizzeria “L’altra Pizza”, durante la quale in molti hanno assistito con vivo interesse all’esibizione dei ballerini della scuola di ballo “Ballarè – Muovi la Passione”, prima di scendere a loro volta in pista per unirsi alle danze.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1