UA-74246219-1

Domenica 12 Febbraio, grande festa in Oratorio per il compleanno del Cisco

Un bel selfie di gruppo con al centro il fulvo Festeggiato.

È stata un’autentica cascata di affetto, gratitudine e riconoscenza quella che si è riversata e ha travolto letteralmente il nostro Andrea Cisco, il famigerato e provincialmente noto coordinatore delle attività oratoriane che da qualche anno presta servizio presso la nostra parrocchia, nel corso della meravigliosa festa di compleanno a sorpresa che si è svolta presso i locali del Bar OMI nella serata di domenica 12 febbraio.

Restando fedeli ad un’antica e consolidata tradizione, anche quest’anno i “suoi ragazzi”, ci riferiamo ovviamente ai ragazzi del Gruppo Giovani, hanno infatti deciso di organizzare una festa a sorpresa per festeggiare tutti assieme con un giorno d'anticipo il suo compleanno. Insieme a loro erano presenti ovviamente don Mauro, Martina, la fidanzata del Cisco, e alcuni suoi famigliari. La riuscitissima festa, preparata fin nei minimi dettagli da abili ed esperte organizzatrici, è stata preceduta da un’estenuante e avvincente caccia al tesoro per le vie del nostro paese, lungo un percorso che ha toccato le abitazioni di numerosi ragazzi che hanno così voluto simbolicamente accogliere il loro amico nelle loro case. Dopo una così lunga maratona serale per le nostre strade, possiamo a pieno titolo considerare Andrea un pontenurese d'adozione! Solo dopo aver completato tutto il percorso e risolto i numerosi enigmi, il festeggiato ha potuto finalmente fare il suo ingresso nel luogo che è il vero cuore delle sue attività pontenuresi, l’Oratorio OMI, dove è stato accolto con calore e affetto da tutti coloro che si erano radunati in trepidante attesa per poterlo festeggiare.

Grande è stata subito l’emozione che ha colto il Nostro, visibilmente provato dalla chilometrica prova affrontata in precedenza, nel vedersi circondato da così tanti e cari amici. La serata è proseguita con un abbondante rinfresco a base di patatine e salatini, torte salate e pizze, salumi e focaccia, sprelle di carnevale e biscotti, che mani sapienti avevano in precedenza preparato. Ben presto è arrivato anche il fatidico momento di scartare il regalo di compleanno fatto al festeggiato dai ragazzi del Gruppo e da alcuni volontari della parrocchia. Il compito a dire il vero si è dimostrato tutt'altro che facile, ed è stato assolto dal fulvo festeggiato con una certa fatica, dato che molti dei pacchi non contenevano altro che cartacce o simpatiche burle, ma alla fine, dopo aver visto scartare una dozzina di scatoloni, scatole e scatolette, tutti hanno potuto finalmente ammirare l’autentico e sospirato regalo. A beneficio dei più curiosi, sveliamo volentieri che il regalo (tanto atteso e desiderato, così ci dicono fonti ben informate) è una macchina per preparare il caffè con il ginseng, un aggeggio che nei prossimi anni, ne siamo certi, sarà spesso chiamato a soddisfare le esigenti, così ci assicurano, necessità quotidiane del festeggiato. Avendo assai a cuore, nonostante le apparenze, la sua salute, ci sentiamo pertanto in dovere di raccomandare un uso parco e moderato di suddetta bevanda. Dopo un bel selfie di gruppo, non è ovviamente mancato il momento più atteso da tutti i golosi, quello del taglio di due invitanti torte di compleanno, alle quali tutti hanno fatto il dovuto onore.

Il momento culminante della serata è tuttavia stato, a nostro avviso, la proiezione di un simpatico filmato formato da alcuni brevi spezzoni di video con cui tutti i ragazzi, presenti e non, hanno voluto fare i loro personali auguri e ringraziamenti al loro caro amico e compagno. Tutti hanno così avuto modo di esprimere il loro personale pensiero, e sulla parete si sono così alternati sentiti ringraziamenti e scherzose burle, gesti simpatici e parole profonde, lunghi discorsi e fulminei auguri. Unico comun denominatore era la grande stima e l'affetto sincero che trasparivano dai messaggi e che hanno profondamente commosso il festeggiato.

Molte sono infatti le qualità del nostro Andrea (e altrettanti, come per tutti noi, sono i suoi difetti), ma se ne dovessi citare solo alcune, ricorderei senza dubbio la capacità di dare l’esempio, l’entusiasmo contagioso, irrefrenabile, e a tratti quasi vulcanico che lo contraddistingue in tutte le sue molteplici attività, la profonda sensibilità e l’innata simpatia.

Alla fine della serata, a dimostrazione di quanto l’esempio sia importante per influenzare i comportamenti altrui, tutti i presenti si sono rimboccati le maniche e hanno rigovernato e riordinato i locali. A guidarli, neanche a dirlo, come al solito c’era il festeggiato. Nel cuore di tutti verrà serbato caro il ricordo prezioso  di questa bella e divertente serata di festa.

 

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1