Concluso il restauro del dipinto raffigurante il Compianto del Signore morto

Si è conclusa nei giorni scorsi la complessa opera di restauro del quadro ad olio su tela raffigurante il Compianto sul Cristo morto, conservato da qualche tempo presso la sacrestia della nostra chiesa parrocchiale. Affidato alle abili mani del dottor Davide Parazzi, il restauratore lodigiano incaricato del restauro, il dipinto è tornato ad essere leggibile, finalmente liberato dalla polvere, dalla fuliggine, dalla sporcizia e dalla patina del tempo: oltre a restituire i colori originali e la primitiva bellezza ai volti dei vari personaggi raffigurati, sono stati scoperti numerosi dettagli in precedenza difficilmente intuibili a causa dello stato di conservazione dell'opera, come i due volti accanto alla figura della Vergine, o la croce posta dietro i due putti nell'angolo sinistro del dipinto.

Questo dipinto ad olio su tela viene fatto risalire alla seconda metà del 1600 e attribuito ad un ignoto pittore emiliano. Anche se il dipinto appariva ormai da tempo in pessime condizioni di conservazione, con cadute di colore e lacerazioni della tela che ne determinavano una scarsa leggibilità, è stato giudicato di pregevole fattura da tutti gli storici dell'arte e gli esperti che si sono occupati della nostra chiesa. Nelle foto che pubblichiamo di seguito mostriamo come si presentava il dipinto prima e dopo il restauro.

Lo stato del dipinto prima del restauro

Come si presenta il dipinto dopo il restauro

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

UA-74246219-1