UA-74246219-1

Domenica 5 Novembre, celebrazione della santa messa in memoria dei caduti di tutte le guerre

Nella giornata di domenica 5 novembre si è svolta presso la nostra chiesa parrocchiale la celebrazione della Santa Messa in suffragio dei Caduti di tutte le guerre a cui hanno preso parte le massime autorità del nostro comune, tra cui il sindaco Manola Gruppi e il maresciallo Luciano Salatino, comandante della stazione di Pontenure. Insieme alle autorità erano presenti anche molti fedeli, tra i quali i rappresentanti delle associazioni combattentistiche e dell'Associazione Nazionale delle famiglie dei Caduti in Guerra.

Al termine della solenne funzione, officiata dal nostro parroco don Mauro Tramelli, le autorità e i rappresentanti delle associazioni combattentistiche sono uscite sulla piazza di fronte alla chiesa per rendere omaggio e deporre una corona d'alloro di fronte al monumento in onore dei caduti.

Il 4 novembre ricorda la data dell'entrata in vigore dell'armistizio di Villa Giusti (4 novembre 1918), con cui avvenne la resa dell'Impero austro-ungarico, e rappresenta un giorno storico e fondamentale per la nostra storia, perché segnò la fine della Grande Guerra  e sancisce la vittoria riportata dalle nostre armi in quel lungo e sanguinoso conflitto. Essendo stata istituita nel 1919, la celebrazione del 4 novembre è l'unica festa nazionale che abbia attraversato decenni di storia italiana: dall'età liberale, al Fascismo, all'Italia repubblicana. Nel 1921, in occasione della celebrazione della Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, il Milite Ignoto venne sepolto solennemente all'Altare della Patria a Roma.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1