UA-74246219-1

Domenica 3 Dicembre, la santa messa della prima domenica di Avvento con bambini e ragazzi del Catechismo

Una galleria con tutte le foto della santa messa delle ore undici della prima domenica di Avvento


Nella giornata di ieri, domenica 3 dicembre, anche la nostra parrocchia ha celebrato come tutta la Chiesa l'inizio del tempo d'AvventoLa santa messa delle ore undici celebrata dal nostro parroco don Mauro è risultata come di consueto particolarmente gioiosa e vissuta, grazie alla vivace presenza degli scout del Gruppo Pontenure 1 e dei numerosi bambini ragazzi che tutte le domeniche partecipano al Catechismo prima di recarsi a messa assieme ai loro genitori e catechisti. La celebrazione liturgica è stata animata in particolare dai ragazzi del gruppo di Catechismo di prima media e piacevolmente accompagnata dai gioiosi canti eseguiti dai cantori del Coro "Perfetta Letizia".

Durante la lettura del Vangelo di questa prima domenica di Avvento (Marco 13,33-37) è risuonato chiaro il monito che Gesù rivolse ai suoi discepoli: «Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare.  Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all'improvviso, non vi trovi addormentati. Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!».

 

Nel corso della sua omelia, come al solito particolarmente frizzante, don Mauro ha esordito spiegando il significato del termine Avvento, il tempo di attesa e preparazione alla festa del Natale che ricorda la venuta del Signore nella grotta di Betlemme.

Instaurando il consueto dialogo con i molti bambini presenti, dopo aver parlato dell'antica tradizione della corona dell'Avvento e delle quattro candele che vengono progressivamente accese durante le quattro domeniche che precedono il Natale, don Mauro si è soffermato su alcuni particolari del dipinto L'Adorazione dei pastori, opera del pittore francese Georges de la Tour (1593-1652), che rimarrà appeso fino all'Epifania alla parete di fondo del presbiterio, davanti al grande quadro del nostro patrono San Pietro.

Don Mauro ha quindi spiegato ai bambini e ai fedeli presenti la grande passione del pittore francese per la luce, facendo notare che i pastori con le candele accese che stanno attorno a Gesù nascondono la luce delle loro candele con la mano perché la vera luce è rappresentata da Gesù stesso (proprio per questo motivo il quadro è stato collocato in una posizione che permette alla luce solare riflessa della finestra laterale del presbiterio di illuminare il volto del Bambino proprio come avrebbe desiderato l'autore del quadro). I bambini e i ragazzi si sono dimostrati tutti particolarmente attenti e ben preparati, rispondendo con abilità alle numerose domande di don Mauro, che non ha mancato di complimentarsi con loro per la bravura e capacità di rispondere con intelligenza e attenzione.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Leave A Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×
Menù
UA-74246219-1