UA-74246219-1

"Lasciate che i piccoli vengano a me"

Foto di gruppo al termine della santa messa domenicale.

Chi non conosce questa frase di Gesù? E’ ciò che mi suggerisce la foto scattata al termine della messa delle ore undici di domenica 4 febbraio. Davanti all’altare si vedono sorridenti i bambini del 2° anno verso la preparazione ai Sacramenti, con don Mauro e i catechisti.

Questi ragazzini hanno animato il rito attivandosi in diversi momenti della celebrazione, ma il più sentito è stato quello della processione offertoriale. La ragione è semplice e ben comprensibile: oltre al pane e al vino sono stati portati anche una bibbia (simbolo della Parola), un cartellone che illustrava l’ultimo argomento considerato e cioè il sacramento dell’Ordine e una casula sicuramente unica, perché realizzata artigianalmente e dipinta dalle mani dei bambini e dei catechisti che vi hanno stampato le loro impronte colorate. L’argomento che stiamo trattando nei nostri incontri è, infatti, quello dei Sacramenti ed ogni volta che ne completiamo uno, i piccoli vestono con soddisfazione l’abito della festa: la veste bianca segno del Battesimo; è un modo per rendere visibile a tutti la loro appartenenza alla comunità dei cristiani.

Insieme stiamo facendo un percorso che si articola in sette tappe, corrispondenti ciascuna ad un dono prezioso dello Spirito Santo; oltre al Battesimo abbiamo considerato il Matrimonio e l’Ordine, a seguire verranno la Riconciliazione, la Comunione, l’Unzione dei malati e la Confermazione.

 

Alcuni scatti della celebrazione eucaristica di domenica 4 febbraio. Il nostro parroco indossa la casula realizzata dai bimbi del secondo anno in preparazione ai sacramenti e li chiama attorno a sé durante la liturgia eucaristica per farli partecipare e vivere pienamente il Mistero.


Le modalità, le tecniche, i materiali utilizzati sono molto vari e non mancano certo la fantasia e la voglia di sperimentare. L’ingrediente che però dà a noi catechisti la voglia di “superare i piccoli inciampi”posti sul cammino, è la certezza di essere solo strumenti nelle Sue mani e mai vorremmo essere sgridati da Gesù perché abbiamo impedito ai bambini di avvicinarsi a Lui. Insieme ai piccoli, e proprio grazie a loro, stiamo facendo esperienza di condivisione e collaborazione fraterna.

Mi permetto di rivolgere un invito ai genitori: Voi che siete i primi educatori dei vostri figli, continuate a star loro vicino anche durante la celebrazione eucaristica: è un bellissimo regalo. Noi adulti (genitori, don Mauro, catechisti) stiamo solo seminando e non sappiamo se vedremo il raccolto, ma certamente di quei "semi" dobbiamo avere molta cura, perché ci sono stati affidati da Chi conosce tutte le cose.

 

Ora torniamo a guardare più attentamente la foto di gruppo dei bambini con la loro veste bianca davanti all’altare e vedremo solo gioia, poi se abbiamo 30 secondi di tempo leggiamo questi SMS di Gesù: Marco, 10,14-16; Matteo, 19,13-15, Luca, 18,15-17.

Per il gruppo del 2° anno, Rosita

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1