Domenica 6 Gennaio, il pranzo comunitario per salutare le feste nel giorno dell'Epifania

È stata davvero una bella e grande festa quella che si è svolta nella mattinata di domenica 6 gennaio presso i locali dell'ormai ex Bar OMI, dove la nostra comunità è stata invitata a ritrovarsi per un pranzo comunitario allo scopo di trascorrere in allegria il giorno dell'Epifania e salutare tutti assieme la conclusione delle festività natalizie

Davvero in tanti, una settantina di persone circa, hanno risposto con entusiasmo all'invito, attirati, forse, anche dalla curiosità di poter gustare in prima persona le prelibatezze preparate per l'occasione dalle brave quanto appassionate "allieve cuoche" che nelle scorse settimane hanno preso parte alla Scuola di Cucina organizzata dalla nostra Parrocchia, iniziativa giunta ormai alla seconda edizione. Frequentando il corso, composto in tutto da quattro lezioni, le aspiranti cuoche hanno avuto la possibilità di cimentarsi nella preparazione di un menù completo, dall'antipasto al dolce, sotto la guida di un mentore esperto, un cuoco professionista dell’Associazione italiana cuochi, che con pazienza e naturalezza le ha guidate e assistite nella preparazione delle varie ricette, dispensando utili consigli e svelando magari anche qualche piccolo trucchetto del mestiere.

Queste dritte sono certamente tornate assai utili alle "cuoche in erba", che in occasione del pranzo hanno preparato e servito proprio i piatti che avevano imparato a cucinare nel corso delle varie lezioni. Assai ricco e appetitoso il menù proposto che prevedeva per iniziare una tartare di vitello con crema di gorgonzola e sbriciolata di taralli al finocchietto selvatico, a seguire pasta fatta in casa "alla norcina", filetto di maiale ai funghi porcini con contorno di patate gratinate e per finire in bellezza, anzi sarebbe forse meglio dire in dolcezza, una squisita tortina di mele con salsa calda ai frutti di bosco. Un menù insomma quasi degno di un ristorante a 4 stelle!

A dirigere le operazioni non mancava lo chef professionista, titolare di una gastronomia del nostro paese, affiancato per l'occasione da un cuoco d'eccezione… il nostro parroco don Mauro Tramelli, noto per la sua abilità tra pentole e fornelli e omaggiato non a caso con il simpatico appellativo "Don Chef" dai bambini che durante la settimana hanno modo di pranzare in Oratorio nell'ambito del progetto OMI Academy. Tutti i componenti della brigata di cucina sfoggiavano per l'occasione un simpatico cappello da chef con il loro nome ricamato sopra, cappello che è stato simbolicamente consegnato anche al nostro parroco, che nelle scorse settimane si è trovato spesso e volentieri a fare da cavia assaggiando i piatti preparati durante le varie lezioni.

Il pranzo è stato anche l'occasione per festeggiare il battesimo di Aicha, la bimba di nove anni che ha ricevuto il sacramento del Battesimo durante la santa messa delle ore undici , e il compleanno di Domenico, senza dubbio uno dei più attivi e poliedrici collaboratori della nostra Parrocchia. Non è certo mancato, al termine del lauto pranzetto, un doveroso e sentito ringraziamento da parte dei commensali al capo cuoco e a tutta la sua composita brigata, ringraziamento sottolineato peraltro da un caloroso e scrosciante applauso!


Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1