Centro Estivo OMI 2019, una mensa (e un Grest) in formato green

"Non possiamo considerare la natura come qualcosa di separato da noi o come una mera cornice della nostra vita. Siamo inclusi in essa, siamo parte di essa e ne siamo compenetrati." Papa Francesco – Laudato Si', n. 139

Già  dalle  prime  pagine  della  Bibbia possiamo notare come l’essere  umano abbia ricevuto da Dio il  compito  di custodire  e  coltivare  la  terra  (cfr.  Gen  2,15): l’impegno per il progresso e per la crescita umana, sociale e tecnologica non può essere disgiunto dalla preservazione di un patrimonio che non appartiene a noi, e neppure al genere umano, ma ci  è stato affidato in custodia dal Signore. Fin dall'inizio del suo pontificato, papa Francesco ha messo in rilievo, nella sua seconda enciclica Laudato Si', come il dovere della salvaguardia del creato riguardi tutti noi. L'argomento principale trattato è il rispetto dell'ambiente, proprio per questo si chiama Laudato si', frase ripetuta spesso da san Francesco nel Cantico delle creature, che loda il Signore per le sue meravigliose creature e per la bellezza della creazione.

Anche l’edizione 2019 del Centro Estivo organizzato dalla nostra Parrocchia si caratterizza per la particolare attenzione riservata alla cura dell'ambiente. In occasione del servizio mensa, di cui usufruiscono quotidianamente circa una trentina di bambini, non vengono infatti più utilizzati i soliti piatti di plastica ma di ceramica; ovviamente anche coltelli e forchette sono di metallo, così pure come tutti i recipienti utilizzati per la preparazione e il trasporto dei cibi. Alla pulizia delle posate e delle stoviglie provvede personalmente il nostro parroco don Mauro, ovviamente con l'indispensabile ausilio della lavastoviglie. Inoltre, altra grossa novità meritevole di segnalazione, è stata posizionata una grande tenda bianca, tesa sopra i tavoli destinati alla mensa, che ripara in modo egregio i bambini dalle elevate temperature di questi giorni dominati dall'anticiclone africano. Anche gli educatori e i bambini stessi vengono inoltre chiamati a contribuire alla pulizia degli spazi che occupano durante il giorno, attraverso brevi momenti di gioco in cui sono incaricati di recuperare carte, bottiglie e altri rifiuti gettati a terra per incuria e pigrizia, allo scopo di mantenere sempre pulita quella che possiamo considerare il nostro Oratorio e i suoi vari ambienti, quello che in queste sei settimane di Grest possiamo considerare alla stregua della nostra casa comune.


Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1