Festa dell'Immacolata 2019, con la santa messa in onore della Vergine e il pranzo si festeggia anche il nostro Oratorio

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domenica 8 Dicembre si sono celebrate sia la Messa della seconda domenica di Avvento, con l'accensione della seconda candela della corona di Avvento, sia la festa dell'Immacolata Concezione alla quale è dedicato il nostro Oratorio. Entrambe queste feste ci mostrano Maria come modello di accoglienza di Gesù che viene in mezzo a noi.

Il vangelo dell'Annunciazione ha tra i protagonisti Maria. Maria è una ragazza di Fede in una regione, la Galilea, per lo più pagana come, a volte, ci può sembrare anche il nostro tempo...

Maria ha Fede, cioè è in grado di ascoltare la Parola di Dio che le viene annunciata dall'arcangelo Gabriele. Ne rimane stupita, ma non chiede segni all'angelo perché chi ha Fede non tenta il Signore come ha detto Don Mauro nell'omelia.

Don Mauro ha anche detto che per capire il significato di Esistenza è necessario leggere insieme tre racconti della Bibbia: il racconto della Creazione, l'Annunciazione a Maria e il racconto della Pentecoste. In tutti e tre, Dio tramite la sua Parola si interfaccia con il mondo che, ascoltandolo, permette allo Spirito Santo di intervenire e portare all'Esistenza. Nella Creazione nasce il mondo in cui viviamo, nella Pentecoste nascono le comunità cristiane come la nostra.

Maria, con il suo sì, si fa credente, e questo "Sì" permette a Dio di rendersi presente! Anche a noi è richiesto il nostro "Sì" di credente e questo ci permette di riconoscere Dio in mezzo a noi.

La Messa delle 11:00 è stata animata dai ragazzi del primo anno del cammino verso la Cresima e dai loro genitori che si sono alternati tra le letture e le preghiere. Durante l'offertorio i ragazzi hanno portato all'altare la Bibbia che li accompagnerà in questo anno catechistico di scoperta dell'incontro tra Dio e l'uomo e impareranno che ogni volta che si troveranno in difficoltà potranno cercare in essa una risposta. È stato anche portato all'altare il cartellone con le stelle della prima tappa del percorso di Avvento della Diocesi con l'impegno di illuminare le vite delle persone che li circondano per renderle migliori.

Prima della benedizione finale da parte di Don Mauro, la vicesindaca Angela Fagnoni è intervenuta parlando dell'importanza del nostro Oratorio proprio dedicato a Maria Immacolata (OMI = Oratorio Maria Immacolata). Quando è nato era un oratorio avveniristico e oggi è ancora il cuore del paese, per questo è necessario l'impegno di tutti per sostenerlo e non disperderne il valore!

La Messa è terminata con il canto a Maria della Salve Regina, suonato e cantato dal coro Perfetta Letizia che ha accompagnato tutta la Messa con i suoi canti. La Salve Regina è una bellissima preghiera che tutti possono recitare a Maria, madre di Misericordia, per chiederne l'intercessione verso Gesù.

Al termine della funzione religiosa, verso mezzogiorno, una quarantina di persone si sono ritrovate presso i locali dell'ex Bar OMI per il tradizionale pranzo in compagnia che contraddistingue da molti anni questa solennità sempre così cara ai Pontenuresi di ogni età. Il piatto forte del pranzo di quest'anno è stato la polenta, preparata come di consueto da alcuni volontari della sezione Avis di Pontenure, che per l'occasione è stata offerta sia con la picula che con il gorgonzola. Prima di gustare la polenta non è ovviamente mancato un abbondante antipasto a base degli ottimi salumi del nostro territorio. Il pranzo, della cui preparazione si sono occupate le due esperte cuoche della nostra Parrocchia, Enrica e Franca, si è concluso come di consueto in bellezza, anzi sarebbe forse meglio dire in dolcezza, grazie alle deliziose torte ripiene di mele, marmellata e amaretti preparate come al solito dalla signora Ave e dalle sue aiutanti.

Una volta soddisfatti i palati dei commensali, ha quindi avuto luogo l'attesa estrazione dei numeri vincenti della sottoscrizione benefica che aveva in palio un gran numero di premi, davvero capaci di soddisfare le aspettative di tutti i fortunati... vincitori! Ad aggiudicarsi il primo premio, una splendida bicicletta da donna offerta come di consueto dall'Amministrazione comunale, è stata una storica collaboratrice della nostra Parrocchia, la signora Rosa Premoli. Tutto il ricavato, sia del pranzo che della sottoscrizione a premi, verrà utilizzata a favore del nostro Oratorio parrocchiale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

UA-74246219-1