Sabato 14 Dicembre, presso il Teatro OMI va in scena l'incontro natalizio della Comunità polacca piacentina

Nonostante manchino ancora una decina di giorni a Natale, già da tempo si respira a pieni polmoni la classica e sempre fatata aria natalizia, almeno presso il Teatro OMI, dove nel pomeriggio di ieri, sabato 14 dicembre, si è tenuto l’incontro natalizio della comunità polacca piacentina organizzato dall'Associazione Culturale Italo-Polacca di Pontenure, arricchito dalla recita dei bambini che frequentano la Ludoteca – Scuola "Kwiaty Polskie".

Con un briciolo di comprensibile emozione, i piccoli protagonisti, tutti muniti di un simpatico berrettino natalizio, sono così saliti sul palco, addobbato con gusto e semplicità con un alberello sfavillante di luci e un bel presepe, per esibirsi davanti ai genitori e ai parenti mettendo in scena un breve ma simpatico spettacolo natalizio che ha compreso la recita di una poesia e alcuni canti caratteristici della tradizione polacca.

Prendendo la parola prima dell’inizio dell’esibizione, la presidente dell’Associazione Culturale Italo-Polacca di Pontenure, signora Teresa Musial Casali, ha voluto rivolgere a tutti i presenti il suo personale ringraziamento per la loro presenza, ricordando l’impegno profuso dai bambini e dalle loro insegnanti per preparare lo spettacolo, alla cui preparazione non hanno mancato di intervenire alcune generose e disponibili mamme.

Una volta terminato lo spettacolo, il caratteristico scambio degli oplatek, una piccola cialda bianca con raffigurazioni della Natività, preparata in Polonia in occasione delle celebrazioni natalizie e distribuita durante la cena della Vigilia di Natale dal padre di famiglia, ha immerso d’un tratto l’intero teatro in un clima di gioiosa e festosa familiarità. Ciascun bambino, dopo aver ricevuto l’oplatek dalle mani della signora Musial Casali, è sceso a perdifiato dal palco per scambiare il piccolo dono con i genitori, in un caldo abbraccio ricco di tenerezza e familiarità.

È così ben presto giunto il momento più atteso da grandi e piccini, l’arrivo di San Nicola, invocato a gran voce dai bambini. Dopo essersi fatto… un po’ desiderare, alla fine il santo vescovo ha fatto ingresso nel grande teatro, con la barba bianca e il pastorale, dirigendosi un po' curvo e col passo incerto sul palco, dove è subit0 stato circondato dai bambini, ai quali brillavano gli occhi, ansiosi di ricevere i doni che il santo vescovo aveva in serbo per ciascuno di loro. I doni sono stati tutti consegnati ai destinatari, ma il santo ha prima voluto rivolgere a ciascuno dei bambini alcune domande in lingua polacca per saggiare la loro preparazione. L’incontro si è concluso con un ricco rinfresco organizzato presso i locali del Bar OMI.

Un sentito ringraziamento a don Mauro Tramelli per l’ospitalità rinnovata, a monsignor Mieczyslaw Miarka per gli oplatek e alle ditte Stanwex II e Firma Handlowo-Transportowa Leslaw Grabowski per aver arricchito con i dolciumi polacchi i pacchi-dono per i bambini e a tutti i partecipanti per la collaborazione per la buona riuscita dell’evento.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

UA-74246219-1