Domenica di Pentecoste: la santa messa al campo e il saluto dei gruppi di catechismo e scout


Dopo settimane di chiusura e di isolamento, proprio ieri, domenica 31 maggio, in occasione della festa di Pentecoste, c’è stata una vera e propria celebrazione comunitaria con più di 300 persone che si sono ritrovate per la messa delle ore 11:00 nel campo sportivo, preparato il giorno prima da alcuni catechisti e volontari con i distanziamenti corretti, così da garantire il rispetto delle normative vigenti.

Nell’omelia don Mauro ha evidenziato proprio questo aspetto: «Abbiamo chiuso con le Ceneri e abbiamo riaperto con la Pentecoste». Pentecoste, cioè quando lo Spirito Santo si effonde con lingue di fuoco su Maria e gli Apostoli chiusi nel cenacolo.

Ieri pomeriggio si sarebbe dovuta celebrare la Santa Cresima. Cresima che è la Confermazione dello Spirito Santo che tutti abbiamo ricevuto con il Battesimo. Noi, però, dimentichiamo questo dono, lo chiudiamo nel cassetto e non ci lasciamo guidare da Lui nella vita.

Il vangelo di Giovanni dice che Gesù si manifesta in mezzo agli apostoli, mostra la sua fragilità nei segni della Passione, ma si mostra vivo dietro queste fragilità! Gesù soffiò e disse loro: «Ricevete lo Spirito Santo». Il “soffio” di Gesù è il raccogliere il fiato, riempirsi e buttarlo fuori come Dio aveva fatto con l’uomo nel libro della Genesi. Nonostante i segni di fragilità, siamo terra, siamo morte, siamo malattia, siamo paura, c’è la presenza dello Spirito che ci accompagna, che ci accarezza e che ci fa respirare come respira Dio. E l’invito di Don Mauro è proprio questo: Lo Spirito Santo ce l’abbiamo tutti…impariamo ad ascoltarlo!

Anche i ragazzi, nelle preghiere dei fedeli, hanno chiesto che la venuta dello Spirito Santo tenga acceso il desiderio di riceverlo e doni la forza per affrontare questi momenti difficili. Uno strumento indispensabile è la preghiera che si realizza anche nel canto come quelli di oggi dedicati allo Spirito Santo e cantati dal Coro "Perfetta Letizia".

Questa celebrazione è stata anche l’occasione per tutti i bambini e i ragazzi dei diversi gruppi di catechismo e scout di concludere l’anno, ricordando che "Insieme siamo Chiesa", come era scritto sul cartellone davanti all'altare dove lo Spirito Santo, simboleggiato dalla colomba, abbraccia la nostra chiesa e il nostro oratorio!

Con la speranza di poter riprendere a settembre i gruppi di catechismo e scout nella maniera più normale possibile, auguriamo a tutti i bambini, i ragazzi e alle loro famiglie un’estate rigenerante nell’affidamento allo Spirito Santo!

Una catechista

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1