Il santo del mese - Santi Quirico e Giulitta

Martiri (16 Giugno)

tratto dalla collana I Santi nella Storia

Durante la persecuzione di Diocleziano, a Iconio, città della Licaonia (oggi in Turchia), si trovava Giulitta, donna ricca e nobile, la quale era rimasta vedova con un figlio in tenera età, Quirico. Lasciata la sua città e i suoi averi, per sfuggire alla persecuzione, scese con le sue ancelle verso la Seleucia. Ritenne però prudente proseguire per Tarso, in Cilicia, dove fu raggiunta e fatta arrestare col suo bambino dal governatore romano Alessandro, con l'accusa di essere cristiana. Sottoposta a lunghi interrogatori per farla abiurare, rifiutandosi di sacrificare agli dei, confessò la sua fede. 

Una leggenda narra che Alessandro teneva il fanciullo sulle sue ginocchia. Quirico, vista la madre sofferente e sentite le sue parole, si disse anch'egli cristiano e morì scaraventato a terra dal governatore. La madre, pur impietrita dal dolore, restò ferma nella fede. Poi, dopo strazianti torture fu consegnata al boia per essere decapitata. Un altro racconto, però, dice che i due furono arsi vivi ma che i loro corpi miracolosamente si mantennero intatti. Il martirio di uno dei più giovani martiri cristiani con la madre si colloca intorno al 304.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1