Neanche il lockdown riesce a fermare le lezioni della "Kwiaty Polskie", concluso il secondo anno scolastico

Lo scorso 22 febbraio, anche la Ludoteca - Scuola "Kwiaty Polskie" ha dovuto interrompere temporaneamente le proprie attività a causa dell’improvviso esplodere della pandemia causata dal nuovo coronavirus. Anche se le lezioni in presenza sono state immediatamente sospese, tutti si sono ben presto adattati alla nuova situazione e ben presto le attività della Scuola, giunta quest'anno al suo secondo anno scolastico, sono comunque proseguite regolarmente attraverso internet. I piccoli studenti, in tutto circa una ventina, hanno infatti potuto continuare ad imparare il polacco senza neanche uscire di casa, grazie al provvidenziale contributo della tecnologia.

A questo scopo, le insegnanti che si occupano di curare le varie attività della Scuola (Aleksandra Ćwikowska, Iwona Jachimska, Aneta Kołodziej e Aneta Zabrzeska) hanno preso parte il 14 marzo scorso ad un apposito corso organizzato dall'Ośrodek Doskonalenia Nauczycieli Stowarzyszenia "Wspólnota Polska" (Centro di formazione per insegnanti dell'Associazione "Comunità polacca"), grazie al quale hanno potuto approfondire alcune tematiche mai così attuali, come l'apprendimento a distanza e il corretto uso delle moderne tecnologie. Le lezioni si sono svolte in svariate modalità e sono state adattate alle capacità dei genitori di predisporre gli opportuni dispositivi informatici, dividendosi tra il gruppo Whatsapp, la piattaforma Google Classroom e le riunioni online su Google Meet. La maggior parte dei bambini ha partecipato attivamente alle lezioni e i risultati del loro lavoro sono stati sistematicamente pubblicati sulla pagina Facebook ufficiale della Scuola: https://www.facebook.com/ludotecascuolapolaccakwiatypolskie/.

Nonostante le modalità un po' inconsuete imposte dall'emergenza sanitaria, le lezioni via web sono state assai apprezzate dai piccoli alunni e dai loro genitori, che non hanno mancato di ringraziare le insegnanti per l’ottimo lavoro svolto con professionalità e dedizione. Grazie a questi incontri virtuali è stato infatti possibile mantenere vivi i contatti, rigorosamente in lingua polacca, con la comunità scolastica e restare così in qualche modo vicini, in un periodo così difficile e drammatico, ai bambini e alle loro famiglie. A causa delle circostanze straordinarie, non si è potuta nemmeno tenere la tradizionale cerimonia di chiusura dell’anno scolastico, solitamente celebrata con una piccola accademia. Gli studenti della "Kwiaty Polskie" hanno comunque ricevuto tramite la posta i loro più che meritati diplomi e inoltre sono stati anche premiati con gli zainetti per le vacanze appositamente donati dal viceministro polacco dello Sport e del Turismo Jacek Osuch. Non ci resta che augurare a tutti di trascorrere delle serene vacanze, nella speranza che il prossimo autunno consenta a tutti i piccoli alunni e alle loro insegnanti di ritornare fisicamente sui banchi nelle aule del nostro Oratorio per crescere e imparare insieme!

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

UA-74246219-1