Sacerdoti e religiosi pontenuresi

 

S.E.R. monsignor Artemio Prati, vescovo emerito della Diocesi di Carpi. - Nato a Pontenure il 21 febbraio 1907, fu ordinato sacerdote il 15 marzo 1930. Laureato in Teologia, prestò il suo primo servizio come insegnante al Seminario di Bedonia. Nel 1935 passò a reggere la parrocchia di Casaliggio e nel 1939 fu nominato arciprete della parrocchia di San Vitale in Salsomaggiore. Fu eletto Vescovo di Carpi il 31 dicembre 1952 e ordinato a Salsomaggiore il 24 febbraio 1953. Fu vescovo della diocesi di Carpi fino al 7 aprile 1983, quando rinunciò all'incarico. Continuò a collaborare con il suo servizio a Carpi fino agli ultimi anni quando per difficoltà di salute si ritirò a Piacenza presso parenti. Fu sacerdote e vescovo improntato da una caratteristica particolare: la bontà. Nel suo lungo servizio episcopale, anche in tempi non facili, questa sua virtù lo ha sempre distinto e aiutato. Ha partecipato con fedeltà al Concilio Vaticano II, lasciando agli atti numerosi interventi. Nell’ambito delle Regione Ecclesiastica Emilia-Romagna ebbe vari incarichi: fu presidente della commissione per la pastorale del lavoro, poi per i rapporti con i religiosi. In seno alla C.E.I. fu membro della Commissione per i problemi sociali e della famiglia. Nella sua Diocesi rimane vivo il ricordo della sua attività pastorale: la visita alle parrocchie, i rapporti sempre sentiti con il mondo della sofferenza, in modo particolare i malati. Ottimo è sempre stato anche il suo rapporto con la gente comune, conseguenza, come si diceva, del suo carattere buono. È deceduto all'età di 97 anni a Piacenza, dove si trovava da qualche anno, il 4 marzo 2004. Le esequie sono state celebrate anche nella cattedrale di Carpi, dove l'8 marzo 2004 è stato tumulato nel sepolcro dei Vescovi.

Sacerdoti e presbiteri

Monsignor Enrico Perazzi. - Nato nel 1913, nominato arciprete di Bardi nel 1972. A riconoscimento dei suoi meriti nel 1987 ricevette la nomina a monsignore.

Don Ferdinando Pagani. - Nato nel 1915, nominato nel 1968 arciprete della parrocchia di San Protaso (Fiorenzuola).

Monsignor Luigi Bottazzi. - Nato nel 1916, nominato nel 1958 arciprete di San Giovanni in Bettola.

Don Giuseppe De Micheli. - Nato a Paderna di Pontenure il 22 febbraio 1917 da una famiglia numerosa che ha dato alla Chiesa due suore ed un altro prete.  Studiò nel seminario urbano, venne ordinato sacerdote dal vescovo Menzani il 9 marzo 1940 e venne inviato come curato a Viustino dove rimase per alcuni mesi. Venne quindi nominato insegnante nel seminario di Bedonia e nel 1945 fu inviato, come delegato vescovile, presso il quartiere dell'Infrangibile, dove era sorta la nuova parrocchia della Sacra Famiglia. Qui egli provvide dapprima alla costruzione dell’edificio attualmente ancora esistente ed occupato dall'asilo Immacolata e concepì anche il progetto di una "Città dei Ragazzi", destinata ad accogliere gli adolescenti segnati dalla guerra, in genere erano orfani o con famiglie che la guerra aveva lasciato in condizioni economiche estremamente disagiate. Nel 1972 viene nominato prevosto della parrocchia di San Pietro in Cattedra nella nativa frazione di Paderna.

Don Dino Merli. - Nato a Muradello di Pontenure il 17 dicembre 1917, era stato ordinato sacerdote il 16 marzo 1941. Aveva iniziato il servizio pastorale come curato a Salsomaggiore. Era stato nominato parroco di Montemartino il 1° settembre 1948; con lo stesso incarico era passato a Tassara nel 1951 e poi  a Travazzano di Carpaneto il 13 giugno 1989. Aveva rinunciato alla parrocchia nel maggio del 1993. Si è spento nella sua abitazione di Carpaneto Piacentino l'8 ottobre 2013.

Monsignor Luigi Tagliaferri. - Nato nel 1918, nel 1968 era stato nominato canonico del Capitolo della Cattedrale di Piacenza. Aveva retto l'oratorio di San Rocco in via Roma all'incrocio con via Legnano, a Piacenza. È morto nel 1980.

Don Paolo De Micheli. - Nato nel 1928, nominato nel 1958 arciprete di Cerreto Rossi (Ferriere).

Don Lanfranco Premoli. - Nato a Valconasso di Pontenure il 25 maggio 1931, è stato ordinato sacerdote il 30 maggio 1956. Ha iniziato il proprio servizio pastorale come curato a Borgonovo, poi curato a Salsomaggiore dal 1959. Era un sacerdote dinamico e molto attento alle problematiche giovanili. Responsabile dell’Oratorio «Don Bosco» di Salso, nel periodo in cui era parroco di San Vitale il futuro cardinale Ersilio Tonini, aveva fondato il gruppo «Brutti ma buoni», nato proprio all’interno dell’oratorio, luogo di incontro per generazioni di ragazzi salsesi. A Salsomaggiore aveva fondato anche la società sportiva G.S. Combi seguendo il sodalizio sia come sportivo appassionato sia come cappellano. Dopo alcuni anni passati fuori diocesi, nel 1989 era stato direttore del seminario estivo della struttura «Villa Regina Mundi» di Pianazze. Si è spento nella sua residenza di Salsomaggiore il 16 agosto 2011.

Don Francesco Pallastrelli. - Nato a Fiorenzuola il 15 dicembre 1932, era stato ordinato sacerdote il 4 giugno 1955. Ha svolto il primo incarico pastorale quale curato a Metti di Bore, in provincia di Parma. Successivamente aveva assunto l’ufficio di parroco a Santa Giustina Val Lecca, comune di Bardi, passando poi nel 1960 a Leggio comune di Bettola fino al 1968 quando è stato nominato parroco di Vicomarino, dove è rimasto fino al 1984. In seguito gli è stata affidata la cura pastorale della parrocchia di Calendasco. Nel 1996 è diventato parroco di San Nazzaro d’Ongina: nel 2002, nell'ambtito delle numerose celebrazioni organizzate per festeggiare la canonizzazione di Padre Pio, assoldò 4 paracadutisti dell'Aero Club di Parma che, lanciatisi da 1500 metri erano atterrati imbracciando uno striscione con su scritto "Viva San Pio" sul campo della chiesa. Divenuto nel 2003 parroco di Besenzone, era inoltre amministratore parrocchiale delle parrocchie di Bersano e Mercore. Si è spento il 20 febbraio 2012.

Don Antonio Testa. - Nato a Roveleto di Cadeo il 17 febbraio 1935, è stato ordinato sacerdote il 23 maggio 1959 ed ha iniziato il proprio servizio pastorale come economo spirituale a San Lazzaro Alberoni; nel 1960 entra nella Congregazione della Missione. Rientra a far parte del clero diocesano e nel 1965 viene nominato curato a Bardi per passare, nel 1966, con lo stesso incarico, nella parrocchia cittadina di San Francesco. Nel 1981  viene nominato parroco di Zerbio e fa l’ingresso nel giugno del 1982. È morto all’ospedale civile di Piacenza il 13 novembre 2015.

Religiose

Suore Rosminiane

Suor Blandina Tizzoni. - In servizio nel 1977 presso la Scuola materna di Saliceto di Cadeo.
Suor Maria Giulia Modenesi. - In servizio nel 1977 presso la Scuola materna "G. Fava" di Coggiola (Vercelli).
Suor Corradina Sperzagni. - In servizio nel 1977 presso l'Ospizio di Carità di Biella Vernato (Vercelli).
Suor Marina Ferrari. - In servizio nel 1977 come professoressa presso il Collegio femminile di Biella Piazzo (Vercelli).
Suor Luisangela Bertogli. - In servizio nel 1977 come professoressa presso il Collegio femminile di Domodossola (Novara).

Suore del Buon Pastore

Suor Maria Rosaria Pirri. - In servizio nel 1977 presso l'Ospedale civile di La Spezia.
Suor Santina Lazò. - In servizio nel 1977 presso l'Ospedale civile di La Spezia.
Suor Maria De Micheli. - In servizio nel 1977 presso l'Ospedale civile di La Spezia.

 
UA-74246219-1