Tutti in posa per la foto di gruppo! Due Prime Comunioni di un tempo che fu

Tutti in posa per la foto di gruppo! Due Prime Comunioni di un tempo che fu

Le due interessanti fotografie che si possono vedere di seguitorisalenti rispettivamente al 1928 e al 1942, sono "riemerse" di recente da quel piccolo scrigno di tesori rappresentato dal nostro Archivio parrocchiale. Negli scatti sono immortalati un centinaio di quei "bambini di allora", nel festoso giorno in cui si erano accostati per la prima volta al sacramento dell'Eucarestia, come ci informa il registro nel quale sono state ritrovate. In quegli anni, a quanto pare, in occasione della Prima Comunione si tenevano due diverse cerimonie, una riservata ai maschi e una alle femmine. Come si può ben vedere, tutti i comunicandi sono ordinati e rispettosi, ben disposti in posa in questo giorno così speciale, allora forse ancora più di quanto non lo sia oggi. Nella seconda immagine, quella del 1942, il set prescelto per l'occasione è indubbiamente il cortile dell'asilo "Clara Raggio", mentre è risultato più difficile risalire a quale luogo abbia fatto da cornice alla foto del 1928, ma dovrebbe trattarsi della vecchia scuola elementare che sorgeva allora di fronte alla chiesa, fiancheggiata da un viale alberato, il viale delle Rimembranze, in ricordo dei Pontenuresi caduti nella Grande Guerra.

I maschietti indossano gli abiti della festa, con le medagliette ricordo della Prima Comunione appuntate sulla giacca, mentre le femminucce indossano il tradizionale abito bianco, con tanto di velo. Sulla destra, in entrambe le fotografie, si può facilmente riconoscere l'allora arciprete monsignor Giuseppe Cardinali (visibilmente invecchiato nella seconda foto risalente al 1942), insieme al curato che lo affiancava in quegli anni. In base ad alcune ricerche svolte in proposito presso il nostro Archivio, nel primo caso dovrebbe trattarsi del curato don Carlo Maggi (che rimase a fianco di Cardinali per poco più di un anno, tra il 1928 e il 1929), nel secondo caso di don Paolo Carini, che rimase invece a Pontenure come curato fino agli inizi degli anni Cinquanta. Assai diversificate sono le età dei bambini ritratti nelle due foto: pochi di essi hanno sei di età, i più grandicelli nove anni e la grande maggioranza ha un'età compresa fra i sette e gli otto anni.

A questo proposito potrebbe essere interessante ricordare che uno dei più grandi pontefici del Novecento, San Pio X, al quale si deve tra l'altro il famoso Catechismo, dedicò non poche attenzioni e sforzi pastorali proprio ai bambini; l’8 agosto 1910 veniva infatti emanato il decreto Quam singulari, mediante il quale papa Sarto stabiliva che si potevano ammettere i bambini alla Prima Comunione fin dall’età di sette anni. Fu quella una svolta molto importante per la pastorale dei bambini che, senza dover attendere più fino ai dodici/quattordici anni, potevano così accostarsi alla Comunione eucaristica, dopo aver ricevuto nelle loro parrocchie una debita preparazione che permetteva loro di apprendere i primi e fondamentali elementi della fede cristiana. L’età della discrezione veniva infatti individuata, già a quel tempo, intorno ai sette anni, quando cioè si poteva distinguere il pane comune dal pane eucaristico, e ricevere così per la prima volta il "Pane degli angeli", vero corpo di Cristo e pegno della vita eterna.

Un breve appello. - Se qualcuno avesse a disposizione cartoline o fotografie di una volta riguardanti cerimonie, feste, processioni, funzioni religiose e altre attività parrocchiali attività le porti per cortesia in Segreteria parrocchiale. Ve le restituiremo prontamente dopo averle scansionate. Grazie per la collaborazione!

Fanciulli e Fanciulle ammesse alla 1° Comunione il 7 giugno 1928

30 bambini: Enrico Merli – Antonio Chiusa – Giuseppe Mezzadri – Bruno Ferrari – Luigi Orenchi – Angelo Binorurdini – Giuseppe Cammi – Mario Galli – Enrico Savi – Alberto Giorgi – Aristide Capaia – Renato Trubini – Guido Sivelli – Renzo Milani – Aldo Lovati – Giuseppe Pagani – Bruno Lorenzini – Silvio Lombardi – Guido Bongiorni – Angelo Rebecchi – Primo Rebecchi – Giordano Masera – Gino Pagani – Pietro Facchini – Carlo Beretta – Paolo Camminati – Ereminio Piana – Giuseppe Larini – Attilio Tavani – Silvio Fornasari.

27 bambine: Luisa Savi – Maria Mizzi – Eugenia Dallospedale – Giulia Prazoli – Anna Maggi – Mafalda Ravoni – Luisa Caozzi – Maria Giorgi – Natalina Bersani – Luisa Scotti – Ines Pagani – Bianca Pagani – Maria Brunetti – Bianca Lorenzini – Giuseppina Borri – Gina Porcari – Albina Premoli – Gemma Zucca – Luisa Magistrali – Anna Fermi – Giacomina Cicognini – Iside Boiocchi – Luisa Ghidoni – Silvia Capaia – Ester Bacigalupi – Rita Gruppi – Giuseppina Capaia.

Bambini e bambine ammessi alla Prima Comunione il 16 e il 31 Maggio 1942

20 bambini: Armando Barbieri – Franco Borzoni – Angelo Bertaccini – Pietro Confalonieri – Piero Fermi – Luigi Gioia – Carduccio Granata – Paolo Gregori – Carlo Lussardi – Gianni Mazzoni – Giuseppe Molinari – Luigi Peggiani – Luigi Pagani – Giuseppe Romanini – Franco Scapucciati – Franco Segalini – Gian Carlo Sichel – Giorgio Sichel – Giorgio Ziliani – Bruno Rimondini.

32 bambine: Angela Agosti – Ave Barbuti – Elisa Bonati – Maria Basini – Emma Cardinali – Carla Cammi – Iside Cammi – Luciana Capra – Maria Caterina Colombi – Giovanna Fuochi – Romana Fittavolini – Eleana Fanzini – Giuseppina Ghidoni – Elide Ghidoni – Rosetta Lovati – Angela Lommi – Liliana Martini – Iside Mazzoni –  Maria Massari – Nella Nani – Anna Parenti – Luisa Pagani – Rosa Ratti – Norma Tavani – Giuseppina Romanini – Anna Salvini – Fernanda Simonetti – Carla Sgrisleri – Clementina Scaglioni – Carla Tamagni – Fernanda Tosi.

2 Risposte

  1. silvia ha detto:

    Buongiorno, desideravo fare presente che , nella bellissima immagine, le femmine vestite da cerimonia sono 32( e non 27). Per individuare le singole foto corrispondenti ai i nominativi delle bambine, bisognerebbe , forse, partire dall’alto, a sinistra, e procedere secondo l’ordine di elencazione dei nominativi che compaiono nell’articolo ?? Ma quali sarebbero le cinque femmine da escludere?(probabilmente catechiste adulte?)- Inoltre vi sono due cognomi errati : Mafalda RAVONI (e non Bavoni) e Gemma ZUCCA ( e non Lucca)- Grazie se riuscirete a risolvere il quesito!

  2. OMI ha detto:

    Buonasera, grazie per aver letto l’articolo!

    Dopo una veloce verifica sul registro conservato nel nostro Archivio parrocchiale (dal quale sono tratti gli elenchi che abbiamo pubblicato e le foto riprodotte nel nostro articolo), possiamo confermare che in effetti, come da lei giustamente osservato, le bambine ritratte nella fotografia del 1928 sono 32 ma nell’elenco a corredo della foto (che abbiamo riprodotto fedelmente) ne sono elencate soltanto 27. In effetti ai margini del gruppo, sia a destra che a sinistra, sembrano in effetti esserci cinque ragazzine più grandicelle (si direbbe) rispetto alle altre. Non possiamo confermare se siano o meno “catechiste”, ma da quel che sappiamo a quei tempi il catechismo veniva ancora in massima parte svolto dall’Arciprete o dal curato presso i locali dell’Asilo “Raggio” secondo un preciso calendario concordato dall’Arciprete con la Superiora dell’Asilo. Riteniamo perciò più probabile che l’elenco originale sia per qualche motivo giunto a noi incompleto, anche se non sembrano esserci pagine strappate dal registro.

    Per quanto riguarda l’ordine di elencazione e la corrispondenza con le bambine presenti nella foto, possiamo aggiungere che i nominativi delle bambine sono riportati nell’elenco originale nel medesimo ordine con cui li abbiamo riprodotti nell’articolo e non sembrano seguire un particolare criterio alfabetico o di età. Infine, possiamo confermare che i due cognomi che ci ha segnalato sono senz’altro da correggere nel modo che ha indicato. Abbiamo già provveduto!

    Grazie di cuore per queste acute osservazioni e per averci aiutato a precisare ancora meglio il nostro scritto!

    L’autore dello scritto (Luca)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *