Sabato 22 Maggio, giorno di promesse per gli scout del reparto “Ulisse”

Sabato 22 Maggio, giorno di promesse per gli scout del reparto "Ulisse"

“Con l'aiuto di Dio,
prometto sul mio onore di fare del mio meglio
per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio Paese,
per aiutare gli altri in ogni circostanza,
per osservare la Legge Scout”

Con queste parole ogni anno migliaia di ragazzi in tutto il mondo fanno la loro promessa ed entrano a pieno titolo nella grande famiglia scout. È un momento importante e solenne per le giovani guide e i giovani esploratori che, provenienti dal branco dei lupetti nel quale hanno cacciato sino allo scorso anno, iniziano il loro cammino nello scoutismo dei grandi, che li porterà, un giorno, ad indossare il “Gilwell”, il fazzolettone, grigio come la cenere e rosa come le braci che vi covano sotto, che si ottiene e che si può indossare solo dopo la nomina ufficiale a capo scout.

Sabato 22 maggio le guide e gli esploratori del reparto “Ulisse” del Pontneure1 hanno potuto finalmente fare la promessa, ora che le restrizioni dovute alla pandemia sono meno severe, pur ovviamente rispettando tutte le norme previste, mascherine, distanziamento e quanto altro. Il tutto è avvenuto nei prati dell’oratorio OMI, alla presenza dello staff EG e dell’AE don Mauro, i quali, memori della loro promessa, non hanno potuto fare a meno di sorridere notando come i ragazzi di oggi, al pari di quelli di ieri e dell’altroieri, vivono con emozione e trepidazione questo momento. Gli altri ragazzi del reparto, mentre i novizi si preparavano alla cerimonia, hanno anche dato prova di abilità manuale costruendo con pali e corde l’altare portafazzolettoni, usato durante la funzione. Simone A.

Condividi sui tuoi social

Redazione Sito

L'account di gestione ufficiale della Redazione del nostro Sito parrocchiale, responsabile della gestione del sito web e dei canali social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *