Centro Estivo 2021, un’estate tutta da giocare… in Oratorio

Centro Estivo 2021, un'estate tutta da giocare... in Oratorio

Dallo scorso lunedì 7 giugno il nostro Oratorio parrocchiale è tornare a spalancare i suoi portoni e i suoi cancelli per un'altra estate ricca di avventure, divertimento, scoperte, voglia di stare assieme. A fare da filo conduttore un po' a tutte le svariate attività, anche in queste afose giornate di fine giugno, è comunque 0vviamente il gioco, declinato in tutte le sue molteplici forme, libero, organizzato, a squadre e chi più ne ha più ne metta. Il tema del gioco è qualcosa che ci porta a risalire alle radici stesse dell'Oratorio: il primo possedimento di don Bosco è stata infatti una povera tettoia con un poco di prato per far correre e giocare i suoi ragazzi.

Tornando a noi, come molti senz'altro sapranno, al nostro Centro Estivo anche il gioco è una cosa seria: il preparare i giochi organizzati è responsabilità di un affiatato gruppetto di animatori, capitanati dal brillante Filippo, che ogni giorno non mancano mai di sfornare qualcosa di nuovo e divertente da fare, si tratti magari di qualche gara olimpica, una partita di quidditch, una classica (e intramontabile) caccia al tesoro o anche solo una semplice sfida a palla prigioniera. Non mancano poi, specialmente in questi giorni così roventi e afosi, i giochi d'acqua, sempre apprezzatissimi dai bambini e non solo. 

Tutte queste attività, che si svolgono secondo un ben preciso calendario, permettono a bambini e ragazzi di scoprire il gioco in tutto il suo potenziale educativo, non solo perché il giocare permette loro di "andare da un’altra parte" (in riferimento al significato etimologico della parola "giocare" e "divertimento"), guardando la realtà da punti di vista differenti, ma soprattutto perché li aiuta a prendere realmente coscienza di cose anche assai importanti per la loro crescita, come il significato della sconfitta e della vittoria, il valore della collaborazione, il rispetto degli avversari. E, ancora, il gioco consente a ciascuno di scoprire i propri talenti e le proprie abilità, non soltanto fisiche, di stimolare a dovere la fantasia e la creatività di ciascuno, trasformando così, con un pizzico di ingegno e una spruzzata di fantasia, materiali semplici in qualcosa di mai visto, il tutto condito dalla gioia dello stare insieme.

Il gioco non serve infatti soltanto a far passare le lunghe giornate estive, ma rappresenta molto di più ed è un alleato speciale per gli educatori, perché è capace di responsabilizzare i bambini e di spingerli a essere sempre protagonisti nella propria vita, aiutandoli a vivere l’Oratorio come un’esperienza piacevole e cominciando così a far respirare loro la gioia del Vangelo, che dà una speranza nuova ed è una testimonianza bellissima di amore e di servizio disinteressato.

Nella galleria che segue sono immortalati alcuni dei tanti momenti giocosi vissuti in questa ultima settimana dei piccoli partecipanti al Centro Estivo: anche queste foto ci trasmettono con immediatezza la gioia infinita di vederli correre dietro ad un pallone, tirare la palla al di là della rete, sfidarsi a nascondino o affrontarsi in un'accanita partita a carte. Una visione leggera e insieme profonda, che ci offre la ricchezza del mondo oratoriale e le sue tante sfaccettature. Perché, in fondo, per giocare e divertirsi basta poco!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Condividi sui tuoi social

Redazione Sito

L'account di gestione ufficiale della Redazione del nostro Sito parrocchiale, responsabile della gestione del sito web e dei canali social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.