UA-74246219-1

Il settimo giorno del Campo Estivo del Reparto, edizione 2018

Prosegue tra le splendide montagne della Valdaone, in provincia di Trento, il campo estivo dei giovani scout e guide pontenuresi appartenenti al Reparto del Gruppo Scout Pontenure 1. Riportiamo di seguito una breve cronaca dell'intensa giornata di ieri che ci arriva direttamente dal campo.

Martedì 31 luglio. - Nel pomeriggio di ieri, martedì 31 luglio, le squadriglie sono tornate al campo. Ogni squadriglia è stata accolta dai capi con la lettura del Vangelo della lavanda dei piedi. Il Signore ha lavato i piedi ai discepoli per farsi loro servo e li ha esortati a fare altrettanto. Anche noi siamo chiamati a farci servi del prossimo, a renderci disponibili verso chi ha bisogno partendo da chi abbiamo più vicino. Il metodo scout è ricco di simboli che aiutano a capire meglio e a ricordare i momenti più significativi del percorso educativo del singolo e questo momento ne è un esempio. Infatti i capi hanno lavato i piedi ai ragazzi e li hanno invitati a riconoscere i momenti in cui è buona cosa farsi servi come i discepoli per vivere concretamente la parola del Vangelo. Terminata la cerimonia di accoglienza ci siamo ritrovati tutti in cambusa per ascoltare la storia delle Aquile Randagie (per approfondire vedi il seguente link)  grazie alle quali lo scoutismo è tuttora un'associazione che aiuta i giovani a crescere secondo i valori del Vangelo. Insieme abbiamo poi fatto un gioco di ruolo pensato proprio per rivivere i momenti della guerra, non prima però di una gustosa e appetitosa merenda consumata tutti assieme in cambusa. Anche il fuoco è stato fatto in cambusa perché la pioggia non ha cessato di farci compagnia. Il divertimento non è comunque mancato. Ogni squadriglia ha interpretato una scenetta per raccontare agli altri i momenti più significativi e ridicoli dell'hike e sono state condivise le missioni: la realizzazione di un'arma con materiale trovato lungo il cammino per combattere i cattivi, il percorso rettificato e il momento spirituale che prevedeva una riflessione personale e di squadriglia su come i ragazzi vedono il loro futuro, quali sono i loro sogni, quali sono i valori in cui credono e sui quali si baserà appunto il loro futuro!


Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1