Venerdì 10 Maggio, un Teatro OMI "trasfigurato" ospita lo spettacolo di chiusura dell'OMI Academy



Il Teatro OMI è letteralmente stracolmo, come nelle grandi occasioni, i presenti, impegnati nei loro amichevoli chiacchiericci, sono in attesa. Nelle prime file, tra gli altri, si riconoscono il nostro parroco don Mauro Tramelli, il sindaco Manola Gruppi e il maresciallo Luciano Salatino, comandante della stazione dei Carabinieri, che salutano con calore due ospiti di riguardo: l’avvocato Franco Marenghi, membro del Consiglio di amministrazione della Banca di Piacenza, e il ragioniere Paolo Viscontiresponsabile della filiale del nostro paese di questo istituto di credito.

C’è abbastanza agitazione nell'aria, lo spettacolo avrà inizio a breve. Non ci possiamo permettere di fare brutte figure: fra il pubblico non ci sono solo i nostri genitori, ma anche gli amici, qualche zio, gli immancabili nonni, e poi, ben nascosti dietro le quinte, i nostri educatori, che con costanza e non poca pazienza ci hanno preparati a dovere a questo momento così importante e speciale!

Il presentatore della serata, Domenico Bergonzi, invita a salire sul palco l’avvocato Marenghi, che si sofferma sul contributo finanziario stanziato dal suo Istituto per consentire il rinnovamento dell’impianto elettrico del palcoscenico del Teatro OMI, rivolgendo un plauso al parroco e ai volontari che hanno promosso l'iniziativa. "Mi auguro", ha proseguito il dirigente della Banca di Piacenza, "che questo teatro, nella sua rinnovata veste, possa rappresentare un riferimento culturale e sociale per la vostra comunità anche negli anni a venire", ricordando il motto che vede la Banca di Piacenza essere sempre vicina alle esigenze del territorio e della sua gente. Dopo un doveroso applauso tutto dedicato ai finanziatori del progetto e ai volontari che hanno eseguito con passione e impegno i complessi lavori, può finalmente avere inizio l'attesissimo spettacolo di fine anno dell'OMI Academy, diventato ormai, col passare degli anni, un appuntamento fisso e sempre più atteso nel panorama delle manifestazioni pontenuresi.

Nel piccolo e grande mondo dell’Academy, questo evento rappresenta un po' la sintesi del lavoro svolto nel corso dell’anno nelle varie attività artistiche ed espressive (canto, danza, chitarra, teatro, doppiaggio, ecc.), a dimostrazione che l'OMI Academy non è solo compiti, giochi e sport, ma molto di più. E non si creda che esse siano state svolte alla leggera, tanto per farlo… ai ragazzi è invece stata richiesta cura, attenzione e impegno, mentre gli educatori hanno messo in campo entusiasmo e passione, tempo e costanza.

Finalmente si apre il sipario, la platea applaude a prescindere, è già un bell'incoraggiamento! In rapida successione si alternano sul palcoscenico, trasfigurato dalle nuove luci e dagli effetti speciali generati dal nuovissimo proiettore, i vari numeri: in apertura si esibiscono i ragazzi del gruppo di canto e i suonatori di chitarra! Bella prestazione, applauditissima. A seguire poi i vari filmati del laboratorio di doppiaggio, attraverso il quale i bambini prestano le loro voci ai protagonisti dei loro cartoni animati preferiti, i balletti di danza classica e hip hop, durante i quali hanno debuttato per la prima volta anche alcuni ragazzi (che non hanno certo fatto rimpiangere le femmine, anzi!), la scenetta di teatro e alcuni video del laboratorio di cinema che trattano temi importanti come la capacità di ascoltare gli altri, la bellezza dell’amicizia e l’importanza dell’aiuto reciproco. Fioccano applausi da parte del foltissimo e variegato pubblico, e sono applausi scroscianti per tutti. In conclusione, un’altra cantata di gruppo, che vede questa volta salire sul palco tutti i ragazzi presenti, da quelli dell’asilo a quelli di seconda media. La canzone che intonano a pieni polmoni è tutta dedicata alle loro mamme, di cui si celebra la festa proprio nella giornata di domani, domenica 12 maggio.

Sul palco vengono così chiamati, per essere pubblicamente ringraziati con un forte applauso, tutti i volontari che hanno contribuito a rendere possibile il progetto, maestre, allenatori ed educatori, ma anche il sindaco Gruppi e il vice sindaco Angela Fagnoni. Ambedue, e in particolare il sindaco, hanno affermato e constatato come questo progetto sia il frutto di un lavoro di squadra di un’intera comunità che ha a cuore il mondo dei ragazzi e la loro crescita. "È un progetto che non ha prezzo", ha affermato il sindaco, e che gode di vari sostegni: del contributo finanziario del Comune, della Parrocchia, che mette a disposizione le strutture, e dei tanti volontari che prestano il loro tempo. In conclusione, non è certo mancata la classica foto di rito, che ha visto salire sul palco anche Andrea Ciscato, l’educatore professionista che ha ideato il progetto, e che ne incarna un po' l’anima. Il saluto finale, in realtà, è un arrivederci a settembre, quando l’OMI Academy ricomincerà puntuale come ogni anno.

Condividi questa notizia con tutti i tuoi amici!

Parrocchia di Pontenure
UA-74246219-1