La ripresa del Catechismo, per ricominciare a fare “grandi cose” in attesa del “mormorio di vento leggero”

La ripresa del Catechismo, per ricominciare a fare "grandi cose" in attesa del "mormorio di vento leggero"

"Dio gli disse: «Va' fuori e fermati sul monte, davanti al Signore». E il Signore passò. Un vento forte, impetuoso, schiantava i monti e spezzava le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. E, dopo il vento, un terremoto; ma il Signore non era nel terremoto. E, dopo il terremoto, un fuoco; ma il Signore non era nel fuoco. E, dopo il fuoco, un mormorio di vento leggero."

Sicuramente è capitato a tutti noi di aver fatto esperienza di un momento in cui si sente che la propria vita prende una nuova direzione. Capita da ragazzini quando si iniziano le scuole medie, quando si sceglie l'università o il primo lavoro, oppure quando incontriamo una persona speciale, un amico, un amore o un altro/a che ci fa cambiare opinioni, abitudini, stile di vita...

In questo caso l’esperienza che non ha risparmiato nessuno, in nessun campo, in nessun luogo è stato il Covid. Questo virus ci ha cambiati e ha cambiato profondamente molte abitudini e attività di tutti i giorni che magari davamo anche un po’ per scontato e che continuavano immutate nel tempo.

Questi cambiamenti hanno coinvolto anche il nostro anno catechistico, inizialmente con un blocco totale che non ha permesso di vederci per tanto tempo e che ci ha obbligati ad interrompere bruscamente il percorso che stavamo portando avanti insieme e, successivamente, ci ha portato a rivedere l’organizzazione di qualcosa che noi conoscevamo in un un’unica modalità.

Quindi, insieme a tutti i nostri "colleghi" catechisti e a Don Mauro, ci siamo trovati più volte per parlare, pensare e inventare un “catechismo nuovo” che ci garantisse la possibilità di riprendere la nostra strada lì dove si era interrotta nel totale rispetto delle regole vigenti, per poterci sentire nuovamente vicini ma allo stesso tempo sereni e senza rischi. Mai come ora ci accorgiamo di quanto siamo fortunati, potendo usufruire degli ampi e diversi spazi che il nostro oratorio ci offre e, per questo possiamo dire che l’anno catechistico che ci aspetta sarà ricco di novità e di esperienze nuove; noi ce la metteremo tutta e siamo sicuri che insieme ai nostri bambini e ragazzi riusciremo a fare grandi cose... in attesa del "mormorio di vento leggero".

F. B. e G. B.

Questo slideshow richiede JavaScript.