Presepe 2021, un presepio… dantesco, tra tradizione e poesia!

Presepe 2021, un presepio... dantesco, tra tradizione e poesia!

Il nostro presepe, quest’anno, attraverso la figura di Dante Alighieri, vuole mettere in evidenza come l’arte, la poesia nel nostro caso, ma non solo, si sia espressa dinanzi all'evento sublime, umanamente inspiegabile, della nascita del Salvatore. Anche il grande Dante, il Sommo poeta, si presta ad essere, per una volta, il nostro Virgilio: la sua figura immobile, lo sguardo pensoso e attento, l’animo sospeso nel mistero, si trova a contemplare la nascita più misteriosa di tutti i tempi, che spalanca agli uomini una nuova età.

Nella totale indigenza ed umiltà infatti quel Bambino speciale, pur potendo scegliere diversamente, ha voluto nascere in un rifugio improvvisato, neanche nella casa dei suoi genitori, da una giovane mamma assistita unicamente da un marito che l’aiutava come poteva, con l’unico riscaldamento vivente di due animali, un bue ed un asino, a rappresentare la regalità e il sacrificio di quel Bambino appena nato. Nel progetto divino il messaggio è evidente: nessun uomo, anche il più misero, dovrà mai sentirsi escluso!

Chi ha avuto voglia di soffermarsi un poco e di capire meglio l’attuale rappresentazione del nostro presepe si sarà senz'altro anche accorto che accanto ad alcuni personaggi (statue) è stato collocato un piccolo messaggio tratto dalla più celebre opera di Dante, la Divina Commedia, inerente il personaggio stesso. Su tutto il paesaggio, ricco di verde e di piante, campeggia poi una grande pergamena con la scritta: "L’amor che move il sole e l’altre stelle", il verso conclusivo della cantica del Paradiso e della Commedia. Solo un immenso, incredibile amore per noi uomini poteva muovere il "Grande Padre" Dio, ad inviare a noi il suo unico Figlio in quel modo. "Quanto ti costò, piccolo Gesù Bambino, l’averci amato!", ci ricordano le parole di uno dei più cari canti natalizi della nostra tradizione.

La comunità doverosamente ringrazia tutti i collaboratori che con impegno, buona volontà, passione e… fede cristiana hanno realizzato il nostro presepe, mettendo ognuno a disposizione le loro capacità e il loro tempo, senza dimenticare chi anche quest’anno, con mani provvide e generose, ha donato in abbondanza muschio, cortecce, sassi, rami di piante, pregiati marmi e tutto il materiale resosi necessario. Un grazie particolare poi all'ideatore di tutto il contesto che senz'altro se ne schernisce e non vuole essere citato.

Livia

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Condividi sui tuoi social

Redazione Sito

L'account di gestione ufficiale della Redazione del nostro Sito parrocchiale, responsabile della gestione del sito web e dei canali social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.