Come iniziare al meglio il nuovo anno, sotto la protezione di Maria

Come iniziare al meglio il nuovo anno, sotto la protezione di Maria

Sotto la tua protezione cerchiamo rifugio,
Santa Madre di Dio:
non disprezzare le suppliche di noi
che siamo nella prova,
e liberaci da ogni pericolo,
o Vergine gloriosa e benedetta.

Questa è la più antica preghiera mariana, risalente all'inizio del III secolo, ritrovata su un mercato antiquario egiziano nel 1917. Essa testimonia l'antica fede mariana, che agli inizi era una devozione personale, ma che successivamente si diffuse nella laicità ed entrò nella liturgia ufficiale della Chiesa.

L'atteggiamento del cristiano di oggi, come di ieri, verso Maria è quello di chi supplica e confida nella potenza della Santa Madre di Dio e le si affida completamente. In tanta necessità perciò noi figli suoi cerchiamo rifugio sotto il suo manto, nella certezza che Ella, Madre di misericordia e Consolatrice degli afflitti, possa offrire il suo aiuto.

Soccorso che non è mai mancato nel corso dei secoli e che si è rivelato attraverso episodi e apparizioni talora sconcertanti (come a Međugorje), anche struggenti (le sue lacrime a Siracusa), rivelazioni profetiche e ammonitrici (ai pastorelli di Fatima), raccomandazioni accorate "Pregate... pregate..." (a Lourdes).

Maria mostra proprio lo stesso comportamento delle nostre mamme: è vicina, osserva, ascolta e ammonisce: non succeda mai, per il nostro bene e quello degli uomini, che si finga di non sentire, di non capire il senso delle sue accorate preghiere. Perché tutti noi, come eterni bambini, abbiamo bisogno di sentirci accolti e abbracciati e anche ripresi magari, nella consapevolezza di non essere spesso dei figli modello.

Abbiamo davvero bisogno di imparare il mestiere della relazione col divino e con l'umano, nella verità delle cose, se teniamo alla serenità d'animo e alla pace nostra e del mondo. Che la Santissima Madre di Dio ci aiuti nei dubbi, negli slanci, nelle fatiche e nei sogni di questo anno 2021, che ha da venire.

"Ho imparato a dare speranza e a riceverla,
Ho imparato a guardare nel profondo del cuore
Ho imparato ad accettare le situazioni
Affidandomi a Qualcosa
Che prima non vedevo,
Ho imparato a credere."

                                           (da un poeta ignoto)