Il nostro catechismo, un cammino di fede e crescita che non si è interrotto… nonostante la pandemia

Il nostro catechismo, un cammino di fede e crescita che non si è interrotto... nonostante la pandemia

Pochi giorni fa, nell’udienza generale del 26 maggio Papa Francesco ci dice che il catechimo "ci mette in guardia dal rischio di non vivere un’autentica esperienza di fede, trasformando la relazione con Dio in qualcosa di magico". Il rischio di cui si parla è quello che deriva dalla superficiale convinzione che ciò che chiediamo in preghiera a Dio debba essere esaudito. "La preghiera non è una bacchetta magica: è un dialogo con il Signore".

Questo è quello che i nostri incontri di catechismo della domenica mattina hanno l’ambizione di portarci a scoprire, oltre a permetterci di sperimentare la vita di comunità. Quest’anno ci ha dato un po’ meno possibilità di riunione, è stato tutto più dilatato, distanziato e composto.

Noi crediamo e abbiamo fatto esperienza che nonostante la situazione che ci siamo trovati ad affrontare tutti improvvisamente, il Catechismo sia sempre un momento di incontro con i nostri amici, i compagni di comunità e, in fondo, speriamo anche con Gesù.

Noi catechisti quest’anno abbiamo reinventato i modi, fornito nuovi spunti, proposto esperienze diverse e cercato il più possibile di non lasciare indietro nessuno. Speriamo che il nostro servizio e le nostre testimonianze possando dare frutti positivi, anche perché quando cambiano le modalità, come sta accadendo, si cambia anche punto di vista, si scoprono, apprezzano e magari si fanno proprie nuove abitudini e nuove consapevolezze.

E speriamo di avercela fatta, di essere riusciti a volerci bene e a comunicare la bellezza di questo cammino pur potendoci guardare solo negli occhi o alle volte dietro a uno schermo!

Per i catechisti, Giulia & Alice

Qualche bello scatto di questo anno catechistico così particolare... nonostante le tante difficoltà la Divina Provvidenza ha saputo condurre la nave al giusto porto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *