Un’altra settimana di Centro Estivo, tra compiti, cacce al tesoro e campeggio

Un'altra settimana di Centro Estivo, tra compiti, cacce al tesoro e campeggio

Durante il periodo estivo, si sa, i giorni passano più veloci che mai, e anche il Centro Estivo OMI si avvia piano piano verso la sua naturale conclusione (chiusura prevista il prossimo 30 luglio), ma sono state comunque giornate piene e ricche di divertimento, giochi, laboratori e tante altre attività per la cinquantina di bambini e ragazzi che l’hanno frequentato nella settimana appena trascorsa. Due i momenti più particolari di questa sesta settimana: la giornata a tema militare, che ha animato come non mai l'Oratorio, e la rilassante escursione al Parco Raggio, una gita quasi sull'uscio di casa ma ricca comunque di nuove scoperte.

Giovedì pomeriggio, vestiti ed equipaggiati di tutto punto (bandane, torce, camicie kaki e chi più ne ha più ne metta), i bambini sono stati invitati a vivere una caccia al tesoro un po’ diversa, tra agguati, fughe e mille colpi di scena, risolvendo complicati messaggi in codice Morse, orientandosi attraverso la mappa per l'Oratorio e non solo, e cercando nel medesimo tempo di sfuggire alla banda di militi nemici, in realtà i nostri educatori ben camuffati, che li cercavano allo scopo di catturarli. Grande l’emozione e il divertimento provata dai bambini nel trovare i giusti indizi e sfuggire alla serrata ricerca, nascondendosi con grande fantasia in ogni anfratto e in ogni posto disponibile.

Il Parco Raggio ha fatto da sfondo alla tradizionale uscita del venerdì, che vuole invitare ogni settimana i bambini scoprire o riscoprire una particolare zona del nostro territorio, spesso poco conosciuto. La giornata, che ha visto i piccoli partecipanti del Centro Estivo trasformarsi per qualche ora in campeggiatori provetti, è filata via lieta e spensierata sotto le ombrose e verdi fronde dei secolari alberi del nostro bel parco, che hanno offerto la necessaria protezione alle colorate tende montate con abilità (grazie anche all’aiuto di qualche educatrice ancora in servizio con gli Scout o con gli opportuni trascorsi scoutistici). Il contatto con la natura e il gioco all'aria aperta è sempre un toccasana e una gioia vera per tutti, grandi e piccini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *