Pace dono dello Spirito, la veglia di Pentecoste del MASCI (zona di Piacenza)

Pace dono dello Spirito, la veglia di Pentecoste del MASCI (zona di Piacenza)

All'imbrunire della vigilia di Pentecoste e nella suggestiva cornice del giardino dell'oratorio della chiesa di San Lazzaro, un gruppo di adulti scout piacentini si è riunito per invocare la discesa dello Spirito Santo non solo sui presenti, ma anche sugli assenti!

In cerchio, intorno a un braciere spento, e guidati da Don Pietro Bulla, abbiamo iniziato la veglia con il segno di croce e un canto che ci ha introdotto alla lettura del passo degli Atti degli Apostoli (At 2,1-4) in cui lo Spirito Santo scende su Maria e gli Apostoli nel cenacolo.

Come simbolo del fuoco che divampa e si propaga, abbiamo acceso le nostre candele e, avvicinandoci al braciere, lo abbiamo acceso con il "nostro fuoco", simbolo del contributo del singolo alla crescita della comunità! Un fuoco che abbiamo chiesto essere calore dell'abbraccio di Dio, luce nella notte della vita e scoppiettante nella diversità di comunione.

Dopo la benedizione del fuoco e la lettura del Vangelo di Giovanni (Gv 14, 15-16 e 19-23) in cui Gesù preannuncia l'arrivo di un Paraclito che rimarrà con noi per sempre, abbiamo professato la nostra Fede rinnovando le promesse battesimali.

Rinnovati dallo Spirito Santo e mossi dal suo soffio, alcuni di noi hanno espresso con fede e speranza le preghiere che erano nel loro cuore, ma che tutti condividevamo nei nostri. La benedizione finale e un canto gioioso hanno chiuso la bella e simbolica veglia di Pentecoste.

Tanti sono i frutti dello Spirito Santo, tra cui la pace, ma questa non significa una mancanza di difficoltà…anzi è un circolo d'amore che ci dona forza e che ci chiede di diventare noi stessi operatori di pace nel mondo!

Elisabetta

Questo slideshow richiede JavaScript.

Condividi sui tuoi social

Redazione Sito

L'account di gestione ufficiale della Redazione del nostro Sito parrocchiale, responsabile della gestione del sito web e dei canali social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *