Domenica 30 Ottobre, a Paderna si festeggia la Famiglia con il nostro Vescovo Adriano

Domenica 30 Ottobre, a Paderna si festeggia la Famiglia con il nostro Vescovo Adriano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Domenica 30 ottobre, in uno splendido pomeriggio autunnale baciato da un sole caldo e quasi estivo, una chiesa colma di fedeli ha dato il festoso benvenuto, sulle note del canto Questa famiglia ti benedice, al nostro Vescovo Adriano Cevolotto in occasione della celebrazione eucaristica che ha inaugurato la tradizionale ricorrenza della Festa della Famiglia. Un evento che si rinnova da molti anni nella suggestiva cornice della settecentesca chiesa parrocchiale di Paderna, dedicata alla Cattedra di San Pietro, e che riunisce ogni autunno nella festa comunitaria tante coppie, giovani e meno giovani, delle parrocchie di Pontenure, Paderna, Valconasso e Muradello, attorniate ovviamente da figli, amici e famigliari, che festeggiano quest'anno gli anniversari delle loro nozze e con essi la famiglia che è nata e cresciuta da quest'unione.

All'inizio della santa messa, il saluto di benvenuto è stato formulato dal padre scalabriniano don Sandro Curotti, il quale ha recato ai presenti anche i saluti di don Josuè Brito da Silva, assente perché tornato per un breve periodo in patria, nel lontano Brasile, prima di assumere il nuovo incarico di parroco di Lugagnano, dopo aver guidato come amministratore parrocchiale per ben dieci anni le parrocchie di Paderna e Valconasso. Padre Curotti non ha mancato di ricordare con calore e commozione anche la figura di un altro zelante e provvido pastore che per molti anni è stato alla guida delle due comunità citate poc'anzi, don Pietro Solari, ormai scomparso da quasi dieci anni, giustamente ricordato per essere stato uno dei principali e benemeriti promotori della attuale iniziativa.

La solenne concelebrazione eucaristica, presieduta ovviamente dal Vescovo mons. Cevolotto, ha visto la partecipazione, oltre che di padre Curotti, anche del nostro parroco don Mauro Tramelli e del diacono don Federico Pecorari. Ad accompagnare la liturgia col canto e con la musica erano presenti per la prima volta entrambe le formazioni corali della nostra Parrocchia, il Coro "La Torre" e il Coro "Perfetta Letizia", capaci di sottolineare e accompagnare al meglio i vari momenti della celebrazione con i canti migliori dei rispettivi repertori.

Commentando le letture proposte dalla liturgia del giorno, in questa XXX domenica per annum posta quasi alla fine dell'anno liturgico, Mons. Vescovo si è rivolto nella sua omelia direttamente alle tante coppie di sposi presenti tra le panche, ricordando loro che "il Signore vi rende degni della chiamata al matrimonio, ma è importante la preghiera per la chiamata, e la chiamata è per tutti. Vi rende degni della chiamata con l'aiuto dello Spirito Santo. Ricordare la promessa del giorno del matrimonio, ci ricorda che c'è un traguardo davanti a noi: il compimento, la pienezza che il Signore realizza in noi e per noi". L'amore di Gesù possa sempre essere glorificato nel vostro amore sponsale, ha proseguito mons. Cevolotto, il quale ha sottolineato come nella pagina di Zaccheo, narrata dall'evangelista Luca, si evidenzi in particolare la parola "oggi" e quanto sia importante questo piccolo avverbio. Quanti oggi ci sono stati nella vita di ciascuno di noi, appuntamenti importanti, giorni solenni, eccetera, ha scandito il Vescovo, ma dovremmo essere meno distratti e ci renderemmo conto di quanti di essi sono passati senza avervi dato l'importanza che invece meritavano. Nessun momento della vita è mai banale, anzi ogni momento è importante.

Come narra il Vangelo, Zaccheo ha il forte desiderio di vedere il Signore e sale sull'albero, ma Gesù lo ha già visto e alza lo sguardo: Dio si è abbassato per raggiungerci e Gesù si è abbassato per il nostro amore, si è fatto servo, ha continuato il Vescovo. Zaccheo poteva rifiutarsi di ospitarlo, adducendo varie scuse, ma Gesù gli dice: "Oggi devo fermarmi a casa tua". Il Signore vuole incontrarci nel momento in cui siamo, non domani o dopodomani ma oggi. Gesù si rivolge a ognuno di noi, non vuole fare una visita ma fermarsi, vuole dimorare nel nostro cuore e niente più conta quando Gesù entra dentro la nostra vita e nelle nostre case. La gente mormora che Zaccheo è un peccatore, ma è proprio perché siamo peccatori che Dio ci ama, per salvarci dal peccato e dalla morte ed essere fratelli in Cristo e figli di Dio, ha concluso Mons. Vescovo, prima di rivolgersi ancora ai coniugi presenti per invitarli a trasmettere il loro amore agli altri, per diffondere questo amore, che tanto frutto ha dato, alle nuove generazioni.

Anche il sindaco di Pontenure, avv. Manola Gruppi, era presente alla celebrazione, insieme all'assessore comunale Alessandro Amici e al maresciallo maggiore Luciano Salatino, comandante della stazione dei Carabinieri del nostro paese. Nel suo discorso il sindaco Gruppi, dopo aver salutato e ringraziato il Vescovo, presente per la prima volta a Paderna per questa particolare celebrazione, si è soffermato sull'importanza che riveste ancora oggi la famiglia nella nostra società, ricordando che il matrimonio è un legame che non si sceglie per convenienza ma per vero amore, fatto di rispetto, condivisione, supporto nei vari momenti della vita. In conclusione, il sindaco ha poi voluto ringraziare i coniugi presenti per l'esempio che hanno offerto ai figli e ai nipoti, augurando a tutti e a ciascuno un felice proseguimento del cammino matrimoniale, insieme anche alla comunità che li circonda.

Ciascuna coppia ha quindi ricevuto una pergamena in ricordo di questo giorno di festa e un grazioso omaggio floreale, graditissimo appannaggio, ovviamente, delle signore. Prima di concludere nel migliore dei modi il pomeriggio di festa, grazie al ricco rinfresco, preparato da mani sapienti e generose, presso i locali della canonica attigui alla chiesa, vi è stato giusto il tempo per le coppie festeggiate di scattare una foto ricordo assieme al Vescovo Adriano, nella speranza di poter tornare ad averlo con noi anche il prossimo anno, per celebrare altre coppie ma lo stesso ideale!

Luca T.


Le coppie che hanno festeggiato gli anniversari di nozze insieme al Vescovo Mons. Cevolotto e alle autorità per la classica e immancabile foto di gruppo.

Le coppie festeggiate e i rispettivi anniversari

60° Anniversario: Giuseppe Capelli e Adriana Bulfari; Giancarlo Molinari e Rosa Lusitani; Luigi Pallastrelli e Maura Tosi.

55° Anniversario: Remo Amici e Ida Filippi.

50° Anniversario: Giuseppe Adolfini e Anna Fornasari; Luigi Cristalli e Paola Tortellotti; Giuseppe Fontana e Laura Pelasgi; Luigi Lisè e Anna Fornasari; Fausto Gaboardi e Maria Rosa Gardella; Ezio Salami e Maria Savina Galeazzi; Valter Scaravella e Enrica Stornelli; Angelo Serena e Valeria Filippazzi; Gualtiero Tosi e Lucia Fava.

45° Anniversario: Daniele Rivara e Lucia Cattivelli.

40° Anniversario: Enzo Panizzi e Liliana Villa.

35° Anniversario: Emilio Albertazzi e Barbara Carpi; Giovanni Merli e Anna Maria Ziliani.

30° Anniversario: Federico Ferrante e Cristina Romano.

25° Anniversario: Claudio Gandini e Rosalba Galiano; Michele Marenghi e Daniela Dacrema.

15° Anniversario: Giovanni Fraschetto e Maria Cristina Ceruti; Gaetano Bonzanini e Emanuela Aloe; Andrea Mezzadri e Chiara Zanoni.

10° Anniversario: Diego Montanari e Chiara Carrara.

5° Anniversario: Marco Biolchi e Chiara Montalbano.

Condividi sui tuoi social

Redazione Sito

L'account di gestione ufficiale della Redazione del nostro Sito parrocchiale, responsabile della gestione del sito web e dei canali social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *